lunedì 16 novembre 2015

COME REDIGERE E INTERPRETARE IL RENDICONTO FINANZIARIO

Il nuovo ebook 2015 sul rendiconto finanziario
Dal 1° gennaio 2016 il rendiconto finanziario diventa obbligatorio per tutte le imprese, ad eccezione di quelle di dimensione "micro". E' una delle novità del D.lgs. 18 agosto 2015 n. 139, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2015.

Data l'obbligatorietà - a partire dal prossimo anno - del rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità, è opportuno, fin da ora, cominciare a comprenderne i meccanismi di costruzione e interpretazione. Un recentissimo ebook tratta l'argomento in modo completo. Presentiamo qui di seguito la recensione scritta dal Dott. Jannosick Vitiello.

L’ebook del professor Caputo risulta essere - già da una prima lettura - uno strumento semplice ed immediato per avvicinarsi, anche da profani, alla comprensione dell’analisi del bilancio d’esercizio. Ma è l'analisi per flussi il vero punto di forza dall’ebook.
Premetto di avere già frequentato, con esito positivo, il corso base online di contabilità e bilancio del dott. Caputo: ho avuto quindi modo di apprezzarne l’immediata e semplice comprensione del testo, ben integrato con esempi pratici, utili al lettore per entrare nell’ottica e prendere confidenza con la materia contabile.

Il corso base di contabilità e
bilancio dell'Accademia Telematica
Anche in questo e-book ho ritrovato quelle caratteristiche di facile comprensione del testo, in particolare nelle due sezioni di analisi degli indici e dei flussi, affrontate utilizzando brillanti esempi pratici, anche interdisciplinari, per fornire un migliore approccio alla tematica.
Il libro dà una risposta esaustiva alle domande: Qual è lo stato di salute di una determinata azienda? e: Come posso interpretare i risultati analitici degli indici di bilancio? o ancora: Quali sono le cause di incremento o decremento di ricchezza dell’azienda?
Dopo la parte dedicata alla procedura, possiamo dire classica, di redazione del bilancio d’esercizio, articolata nelle sue tre fasi, sempre attraverso un esempio pratico, si perviene all’utile ausilio elettronico di redazione automatica del bilancio d’esercizio.
Una delle fasi importanti, affrontata nella seconda sezione dell’e-book, è l’analisi di bilancio per indici che ci fornisce un quadro più completo della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda, soprattutto nell’ultima parte riguardante gli indici di redditività molto utili a rispondere alla domanda: Quanto ha reso il denaro investito a vario titolo nell’azienda?
Walter Caputo, autore dell'ebook 2015 "Il rendiconto finanziario"
L’ultima parte del libro, a mio avviso la più interessante, tratta dell’analisi dinamica dei flussi finanziari, che si distingue dall’analisi di bilancio per indici (piuttosto statica), proprio per la capacità dei flussi finanziari, di esprimersi in variazioni di denaro e quindi fornirci una diversa e più completa visione d’impresa.
In quest'ultima sezione vengono sviluppate le procedure che dai semplici dati di bilancio, ci porteranno al concepimento del rendiconto finanziario, vero e proprio nuovo prospetto integrativo rispetto al bilancio aziendale.

Il tutto viene esaminato e confrontato con esercitazioni svolte per giungere alla vera chiave dell’e-book: quella di saper interpretare i dati analitici che ci pervengono dal rendiconto finanziario e dare quindi delle risposte sull'effetto della dinamica finanziaria rispetto allo stato di salute di un'azienda.

Dott. Jannosick Vitiello
Geometra e geografo, ha frequentato il corso di laurea in scienze geografiche con indirizzo turistico e ha lavorato presso il Parco Nazionale delle Cinque Terre (Liguria).

mercoledì 21 ottobre 2015

IL RENDICONTO FINANZIARIO - EBOOK 1° EDIZIONE 2015

Il nuovo ebook di Walter Caputo
Il libro è un e-book, quindi si può acquistare solo tramite internet: non si trova nelle librerie.

Sono disponibili 2 versioni: una costituita soltanto dall'ebook in PDF ed un'altra che, oltre al PDF, comprende anche SimulRendiconto, un simulatore Excel per elaborare il rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità e Bilancio2015, un simulatore Excel per fare training sulla redazione del bilancio d'esercizio.

PRIMA VERSIONE

Per acquistare la prima versione è necessario inviare una mail di richiesta a: ecoassociazione@gmail.com specificando che si richiede il libro “Rendiconto Finanziario 02092015” e indicando i propri dati per l’invio della fattura:
 - Nome e cognome;
 - Indirizzo;
 - Codice fiscale ed eventualmente Partita IVA

Poi occorre fare un bonifico di 25 euro a favore dell’Associazione E.C.O., IBAN IT80T0335901600100000115912, riportando nella causale il codice del libro, cioè “Rendiconto Finanziario 02092015”.
Dopo che l’Associazione ECO avrà ricevuto il bonifico invierà via mail, l'ebook richiesto e la ricevuta.

SECONDA VERSIONE

Per acquistare la seconda versione è necessario inviare una mail di richiesta a: ecoassociazione@gmail.com specificando che si richiede il libro “Rendiconto Finanziario 02092015S” e indicando i propri dati per l’invio della fattura:
 - Nome e cognome;
 - Indirizzo;
 - Codice fiscale ed eventualmente Partita IVA

Poi occorre fare un bonifico di 29 euro a favore dell’Associazione E.C.O., IBAN IT80T0335901600100000115912, riportando nella causale il codice del libro, cioè “Rendiconto Finanziario 02092015S”.
Dopo che l’Associazione ECO avrà ricevuto il bonifico invierà via mail, l'ebook richiesto, i due simulatori Excel e la ricevuta.

INFORMAZIONI DI DETTAGLIO

Scheda di sintesi completa sul Blog Paghe e Contabilità
Indicazioni di utilizzo per le scuole superiori su Gravità Zero
Premessa sul Blog Risparmiare Fare Guadagnare
Recensione di Anna Maria Badiali su Fisco Oggi
Recensione del Dott. Osvaldo Di Martino su Risparmiare Fare Guadagnare
Recensione del Dott. Roberto Sergi sul Blog Paghe e Contabilità
Recensione del Dott. Jannosick Vitiello sul Blog dell'Associazione ECO.

martedì 28 aprile 2015

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (D.S.A.): L'IMPORTANZA DI UNA DIAGNOSI PRECOCE E ACCESSIBILE


I disturbi dell’apprendimento (DSA) sono oggi oggetto di un diffuso e crescente interesse, coinvolgendo circa 350.000 alunni delle scuole dell'obbligo.
A seguito della crescente richiesta di valutazioni da parte delle famiglie (spesso indirizzate da insegnanti attenti) il Servizio Sanitario Locale si è trovato ad essere oberato di richieste di valutazioni, in un periodo di continui tagli alla spesa pubblica.
La conseguenza è una lista d'attesa che va da sei a dodici mesi, in una fase della vita dell'uomo che necessita di un intervento tempestivo.

DSA: di cosa si tratta. Sono disturbi, su base neurobiologica, che coinvolgono uno specifico gruppo di abilità (lettura, scrittura, calcolo), ma che lasciano inalterato il funzionamento cognitivo globale. Il DSA é definito un disturbo cronico, poiché la sua espressione si manifesta con caratteristiche differenti in base all'età e alle richieste ambientali. Il quadro clinico é spesso molto complesso poiché può portare con sé conseguenze sul piano sociale, relazionale, emotivo e motivazionale. E’ verosimile infatti stimare una pregressa incidenza di queste difficoltà, misconosciute, come concausa nel disagio sociale in adolescenza, nell'abbandono scolastico precoce e in certe forme di delinquenza giovanile.

La diagnosi. La legge 8 ottobre 2010 n.170 "Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico"1 riprende i contenuti della Consensus Conference che, tra il 2006 ed il 2007, ha delineato l'importanza di un approccio interdisciplinare alla diagnosi di DSA.
A seguito della crescente richiesta la Regione Piemonte (in applicazione della C.M. MIUR n. 8-561 del 6/3/2013) riconosce oggi a pieno titolo anche le diagnosi DSA emesse da strutture private, fornendo quindi alle famiglie l’opportunità di intraprendere il percorso diagnostico privatamente. Resta il problema dei costi elevati praticati da molti centri privati.

 

L’Associazione E.C.O. In accordo con la sua vocazione, ha avviato un progetto di supporto alle famiglie con bambini che presentano un sospetto D.S.A., che prevede la possibilità di formulare, in tempi brevi e a costi contenuti, una diagnosi
rigorosamente compilata da professionisti nel rispetto della Consesus Conference. In questo modo, sia la scuola che la famiglia possono attivarsi tempestivamente per una diagnosi precoce e percorsi didattici riabilitativi, come previsto dalla legge quadro sui DSA (comma f, art 2, L. 170/10)1. La precocità della presa in carico e dell'intervento è fondamentale affinché i ragazzi possano mettere in campo le loro potenzialità e possano sentirsi capiti, sostenuti e aiutati. Un intervento precoce può inoltre evitare l'insorgere di complicanze emotive spesso correlate al disturbo (bassa autostima, ansia, depressione, condotte oppositive-provocatorie, ecc.). 
Per la formulazione della diagnosi, l’Associazione ECO si avvale di una psicologa con specifica formazione in ambito neuropsicologico (dott.ssa Debora Tonello), che si occupa della valutazione cognitiva ed emotiva, e di una logopedista (dott.ssa Barbara De Tommaso) che si occupa della valutazione degli apprendimenti, in grado di fornire le loro prestazioni professionali sulla scorta di una formazione specifica e di una consolidata esperienza in materia.
 
Associazione ECO
sede legale: Via Biella 48, 10152 Torino
per informazioni
Tel. 328-8260495
 
1

D.L. 170/2010, quadro normativo di riferimento per i DSA.
2
Per quanto riguarda gli alunni in possesso di una diagnosi di DSA rilasciata da una struttura privata, si raccomanda – nelle more del rilascio della certificazione da parte di strutture sanitarie pubbliche o accreditate - di adottare preventivamente le misure previste dalla Legge 170/2010”. (Pag. 2 e 3 della CM MIUR n. 8-561 del 6/3/2013).
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 










domenica 1 marzo 2015

UNA BELLA DOMENICA TRASCORSA INSIEME TRA CINEMA E SCIENZA

Sul blog "Pizza e Scienza" è stato pubblicato un interessante resoconto di domenica scorsa.
Esperimenti preistorici

Il film "I Croods" ha coinvolto tutti i presenti. Al termine, gli esperimenti scientifici preistorici hanno suscitato grida di stupore.

Naturalmente, tutti coloro che fossero interessati ad organizzare esperimenti scientifici - eventualmente abbinati ad altre iniziative - possono contattarmi tramite l'Associazione ECO.

Grazie a tutti !!!

giovedì 12 febbraio 2015

SOGNI E BISOGNI DELLE NUOVE GENERAZIONI: IL BANDO "LAVORI IN CORTO"

Lunedì 16 febbraio alle ore 20.45 presso il Cinema Massimo l'Associazione Museo Nazionale del Cinema e l'Associazione Riccardo Braghin presentano la quarta edizione del bando del concorso cinematografico nazionale "Lavori in corto", il cui tema centrale saranno i sogni e i bisogni delle nuove generazioni.

Abbinata alla presentazione e, in tema con lo spirito dell’edizione 2015 di "Lavori in corto", verrà proiettato in anteprima torinese il film documentario Emergency exit di Brunella Filì, che racconta la storia di alcuni ragazzi italiani che si sono trasferiti all'estero per provare a scommettere sull’opportunità di un futuro migliore.

"Lavori in corto" è un concorso cinematografico per cortometraggi e documentari rivolto ad autori under 35 residenti sul territorio nazionale. Il progetto del concorso continua, alla quarta edizione, a svolgere la sua mission: la volontà di sensibilizzare e accendere i riflettori su tematiche di tipo sociale attraverso le immagini e le storie dei lavori in concorso.

Il bando di "Lavori in corto" rimarrà aperto fino al 15 aprile 2015. I lavori che partecipano al concorso saranno proiettati durante un appuntamento festivaliero che si svolgerà a fine maggio presso gli spazi della rete delle Case del Quartiere di Torino e al Cinema Massimo (serata di chiusura).

Sarà inoltre possibile supportare la quarta edizione di "Lavori in corto" partecipando alla serata di raccolta fondi che si svolgerà domenica 22 marzo presso la Casa del Quartiere di San Salvario, con aperitivo e proiezioni video.

I PREMI di LAVORI IN CORTO:
- Primo premio di Euro 1000, offerto dall’Associazione Riccardo Braghin e intitolato per il secondo anno ad Armando Ceste, importante autore scomparso nel 2009 che nel corso della sua carriera cinematografica e del suo impegno politico, dalla fondazione del Collettivo Cinema Militante di Torino a Movimento (2008) passando per Liberaterra (2002), ha sempre trattato le questioni sociali affrontate dalle prime tre edizioni di Lavori in corto (lavoro, immigrazione, inclusione sociale, questioni abitative, movimenti).
- Gran Premio della Giuria di Euro 500 intitolato a Riccardo Braghin e offerto da Tactile Vision.
- Premio “Sognando un lavoro vero” di Euro 300 euro offerto da Sicurezza e Lavoro, rivista nazionale per la promozione di salute, sicurezza e diritti nei luoghi di lavoro. Il premio verrà assegnato al lavoro cinematografico che saprà meglio documentare la situazione e le speranze dei giovani alla ricerca di un’occupazione dignitosa, che permetta loro di realizzare il proprio progetto di vita.
- Premio Film Commission Torino Piemonte consistente nell'utilizzo di un modulo produttivo della sede di via Cagliari per due settimane.

martedì 3 febbraio 2015

SCIENZA E FANTASCIENZA AL CECCHI POINT DI TORINO

Staffetta fra biglie di vetro. Il "testimone" è l'energia cinetica
La domenica appena trascorsa è stata un'altra bella giornata, tra cinema e scienza al Cecchi Point di Torino.

Wall-E è stato un film particolarmente interessante, poiché ha messo in evidenza alcuni aspetti - della nostra vita - che non possiamo trascurare. Innanzitutto il problema dei rifiuti: il nostro Pianeta finirà sommerso e noi dovremo andare a vivere da un'altra parte (ad es. su una colonia orbitante)?. E' giusto sensibilizzare tutti - a cominciare dai bambini - sulla questione del riciclo e del riutilizzo. E non importa se non si riesce a creare un movimento, ciascuno di noi può diventare un Ambientalista ad Iniziativa Individuale.

Altra importante questione affrontata nel film è il rapporto uomo - macchina. Siamo sicuri di essere noi a comandare le macchine, o - alla fine - le macchine prenderanno il sopravvento? A tal proposito, non pensiamo soltanto a uomini e a robot, pensiamo anche - ad esempio - a come la vita di ciascuno di noi viene condizionata e influenzata dallo smartphone.....
Il maialino verde con le offerte. Grazie a tutti !!!

Al termine del film ho eseguito in diretta tre esperimenti scientifici inerenti le forze degli elementi (della natura). La soddisfazione per me (e per mio figlio che mi assisteva) è stata soprattutto scoprire che qualche bimbo conosceva già alcuni meccanismi scientifici e ne era piuttosto orgoglioso. E chi non sapeva come l'esperimento sarebbe andato a finire era attentissimo e voleva provare... All'apertura dei fiori di carta, i bimbi hanno intonato un "Ooooooohhh" così cumulativo che non c'era bisogno di nient'altro perché la giornata fosse decisamente splendida.

Grazie quindi a tutti coloro che hanno partecipato e che hanno contribuito con delle libere offerte. Grazie ad esse, vi aspetto domenica 22 febbraio al Cecchi Point, con il film "I Croods" e nuovi esperimenti scientifici !!!


lunedì 19 gennaio 2015

LO SPETTACOLO DELLA SCIENZA AL CECCHI POINT DI TORINO

Walter Caputo (con la maglia viola) conduce gli
esperimenti, in mezzo ad una folla di bimbi
Domenica 18 gennaio 2015 è stata una grande domenica. Al Cecchi Point di Torino, dopo la merenda e il bel film "I Robinson - una famiglia spaziale", la scienza è stata protagonista.

Nel film, un piccolo inventore lotta contro i propri limiti, soprattutto in termini di autostima. Scrive, disegna, progetta, inventa e costruisce.

Durante l'Astrolaboratorio abbiamo fatto grosso modo la stessa cosa: costruire degli strumenti con oggetti di recupero (che si trovano facilmente in casa) per far divertire i bimbi e - sorpresa ! - anche i loro genitori.

Una bussola fai da te, costituita da un bicchiere d'acqua e un ago magnetizzato dentro un tappo di sughero; un elettroscopio ricavato da un vecchio barattolo di nutella e - infine - un bicchiere d'acqua e anidride carbonica per osservare la danza dell'uvetta.
Si nota l'assistente Rossano (con la maglia arancione), mentre
predispone gli oggetti per gli esperimenti scientifici

Ho scritto questo post soprattutto per ringraziare.

Innanzitutto, grazie a tutti coloro che hanno passato con noi una domenica pomeriggio felice;

grazie ai bambini - perché non c'è niente di più bello che vedere bimbi che sorridono e si divertono con la scienza;

grazie ai genitori, che hanno anche contribuito con delle libere offerte rendendo concreta un'altra domenica pomeriggio insieme, che sarà il 1° febbraio 2015;

grazie a Rossano, mio figlio, che è stato un assistente perfetto, in quanto mi ha aiutato nell'esecuzione degli esperimenti ed è stato in grado di spiegare ai bimbi, in modo succinto, ma efficace alcuni meccanismi scientifici;
Il maialino verde, con cui gli organizzatori
hanno raccolto le libere offerte. Grazie!

grazie a Vittorio, Elisa, Sergio e Luigina, all'Associazione Museo Nazionale del Cinema e all'Associazione ECO;

grazie ad Editoriale Scienza, perché pubblica ottimi libri per bimbi e ragazzi, e gli esperimenti realizzati sono stati tratti da "Magie della Scienza" e "Dall'ambra alla radio" .

Infine, che dirvi?, vi aspetto domenica 1° febbraio 2015 al Cecchi Point con il film "Wall'e" e con nuovi esperimenti scientifici.




sabato 17 gennaio 2015

ASTROLABORATORIO: VEDERE L'INVISIBILE, IL 18 GENNAIO DALLE 16

Domani è domenica. Il pomeriggio è senz'altro da trascorrere al Cecchi Point, Via Antonio Cecchi 17 a Torino. Perché? Perché ci sarà un ottimo film e tre esperimenti scientifici in diretta, il tutto a partire dalle ore 16. E il tutto è gratis. Quindi non mancate.

Qui trovate i dettagli, sulle pagine dei siti che parlano dell'evento: